La Dancehall in Giamaica, Un focus sulla situazione attuale tra tradizione e contaminazione.

La Dancehall in Giamaica, Un focus sulla situazione attuale tra tradizione e contaminazione.

Dancehall, da definizione sottogenere della musica reggae sviluppatasi alla fine degli anni ‘70 in Giamaica (Per saperne di più sulla Dancehall clicca qui).

Dopo l’ultimo viaggio a Kingston, Giamaica e le preziose ore di studio e di convivenza con i maggiori ballerini, insegnanti ed esponenti del genere, ho tanto nuovo materiale di cui parlare riguardante la scena Dancehall.

Nelle prossime righe voglio condividere senza censure il bivio stilistico-culturale (non riuscirò mai a catalogare la Dancehall come stile di danza, sarà sempre una cultura in continua evoluzione) che sta assumendo questa corrente artistica.

TRADIZIONE VS FUSION: ecco le due squadre che vediamo in campo.

Tradizione: essendo un movimento relativamente giovane, abbiamo la fortuna di poter confrontarci e ballare con esponenti che pestavano la dance flor ancora prima che questo nuovo ritmo venisse riconosciuto come Dancehall.

Fusion: da quando l’utilizzo dei social come youtube, facebook, instagram è divenuto alla portata di tutti, ma soprattutto da quando i giovani talenti giamaicani hanno iniziato ad incontrare i talenti stranieri che approdano a Kingston per studiare o nei loro tour, la tradizione (che diciamoci la verità, per alcuni non è cosa conosciuta) è sostituita con la contaminazione, la sperimentazione e la fusione tra i vari stili.

Ora.. In che squadra giocare?

Quando hai l’onore di ricevere lezioni dai veterani, quelli che hanno fatto lo Ska, che hanno pestato la pista con la Old skool e hanno creato la Middle, la New New (si, diciamocelo, siamo nell’era della New alla seconda) skool è il male assoluto, il demonio, il maligno che si cala sulla Dancehall. Come se tutto si dovesse congelare e ogni tipo di connessione si dovesse castrare.

Al contrario quando balli con New New artisti emergenti, anche se hanno diversi premi vinti nel loro curriculum, spesso hai la percezione che loro per primi non abbiano le basi della cultura che si sono presi la responsabilità di continuare a creare, di aggiungere pezzi del puzzle.

Che posizione prendere? Restiamo fedeli alla tradizione senza farci toccare minimamente dall’evoluzione o supportiamo i New New dancer perdendo tutto il flow caratteristico di questa danza?

Cosa ne penso io?

Penso che non esista la creazione del futuro senza le basi del passato, che non si possa capire dove si sta andando senza sapere da dove si è venuti, ma che, allo stesso tempo, non ci si possa rifiutare di entrare ciclicamente in nuove ere.

In quanto specchio di una cultura, la Dancehall, ci dice cosa sta cambiando nella società Giamaicana.. Cosa sta accadendo di nuovo e cosa non è più oggetto di attenzione.

Una cosa è certa, la dirò sempre a gran voce: imparate la Dancehall dai giamaicani che vivono in Giamaica, da chi vive la Giamaica, da chi sa che cosa sta trasmettendo, da chi lo fa con sincera etica, rispetto, conoscenza, ricerca e amore verso la cultura.

E tu cosa ne pensi?

Scrivimi la tua in DM

Scrivimi

Sei di Ferrara? Scrivimi per avere informazioni sui nuovi corsi di Twerk,Dancehall e Female Groove e ricevere il tuo pass per una prova gratuita.

Non Sei di Ferrara? Puoi comunque scrivermi per propormi una collaborazione o fare due chiacchiere.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *